Cesare Moncelli è un bravo disegnatore grafico italiano di Firenze, una città piena di fantasie artistiche. Lui è il mio migliore amico ed anche un grande artista. E' molto simpatico, gentile, allegro e giocoso. E' una personona disponibile. Ebbi la fortuna di conoscerlo e la nostra conoscenza fu un bel destino che ha cambiato decisamente la nostra vita.
4 anni fa lui venne nella sua amata Cina sia per turismo che per un affare e pensava di tornare in Italia un mese dopo. Al secondo giorno del suo arrivo in Cina lo conobbi per caso al lago occidentale di Hangzhou quando camminava con il suo amico Alessandro. Io presi l'iniziativa ad parlare con lui per escercitarmi col mio italiano e diventammo subito amici.Gli dissi di non tornare in Italia e gli consigliai di rimanere in Cina a lungo termine e lui accettò il mio consiglio pensando che ci siano più possibilità in Cina. Poi trovai un appartamento per lui. Non avrebbe mai immaginato di vivere in Cina, ma all'età di 56 decise di iniziare una nuova avventura in Cina. Il suo amico dopo venti giorni tornò in Italia e Cesare rimase in Cina. Andavamo spesso insieme in diversi posti della città, al bar, alla casa da tè, al parco, al lago, e così via per conoscere la città e la gente. Andavamo insieme allo stadio, alle terme, al mercato alle bancarelle a mangiare e facevamo gite insieme in bicicletta. Ci divertivamo un sacco scherzandoci. Mi disse che ero il suo angelo custode. Per lui Io ero l'unico con cui poteva parlare la sua lingua in Cina e lui mi ha aiutato tanto a migliorare il mio italiano. Grazie alla sua capacità di adeguarsi ed alla sua passione per la Cina Si è subito integrato nella vita quotidiana dei cinesi. Mangia il cibo cinese, cibo di strada, beve il tè cinese, vino cinese, studia il cinese, parla con le signore di pulizie, saluta gli sconosciuti per strada, va a case degli amici cinesi a mangiare, aiuta le persone in difficoltà. In poco tempo conobbe tanta gente cinese. In un bar conobbe il proprietario che poi lo aiutò a fare la sua prima mostra d'arte ad in Cina. Alla mostra un imprenditore cinese apprezzava molto i disegni di Cesare e decise di lavorare con Cesare nella sua azienda. La mostra ebbe un grande successo. Grazie al suo carattere positivo ha fatto tantissime amicizie coi cinesi. Ogni giorno incontra diverse persone, prende diversi appuntamenti. In Cina ha fatto diverse cose che non aveva mai fatto in Italia come fare lezione d'arte all'università, fare lezione d'italiano, a scuola di lingue, fare interviste televisive ecc. Nel 2010 creammo un angolo italiano al parco del lago occidentale dove facevamo insieme il corso d'italiano gratuito ai cinesi al parco del lago occidentale. Questa iniziativa attirò addirittura l'attenzione dei media locali ed i giornalisti televisivi vennero ad intervistarci. Tutte queste esperieze che ha vissuto in Cina sono state uniche e belle. Lui ama la Cina, ama la cucina, la gente, e la cultura cinesi. Si gode ogni giorno in Cina. Lui mi dice spesso che ho cambiato la sua vita, ma lui ha anche cambiato la mia vita La vita è piena di meraviglie. Lui non avrebbe mai immaginato che la Cina sarebbe stata la sua seconda patria. Mi auguro che avr la sua vita artistica sia sempre giovane.

Visualizzazioni: 31

Commento

Devi essere membro di Italiani in Cina Hong Kong per aggiungere commenti!

Partecipa a Italiani in Cina Hong Kong

Info su

Orari

© 2019   Creato da italiani.cn admin (Shenzhen).   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio