Company ad Hong Kong , ufficio di rappresentanza in Cina..

Ciao a tutti.
Vorrei pubblicare qua col vostro aiuto le procedure standard per poter aprire un ufficio in Cina, legato ad una company aperta ad Hong Kong e a cosa serve avere questo tipo di struttura.

Mi hanno detto che aprendo questo tipo di ufficio ( di rappresentanza credo ) si ha il diritto di richiedere il visto annuale, e si possono assumere persone regolarmente con contratto.

Ho sentito dire che ci sono delle limitazioni; ad esempio non si possono fare acquisti ne vendite tramite questo ufficio, ma solo lavori di sourcing etc..In sostanza si può fatturare solo dalla company di Hong Kong.

Se qualcuno ha delle informazioni più precise a riguardo sarei grato se le potesse condividere.

Saluti
Ramon

Visualizzazioni: 20

Rispondi

Risposte a questa discussione

L'ufficio di rappresentanza si puo' aprire sia con una societa'di HK che con qualsiasi altra Societa' straniera. Una recentissima norma ha pero' stabilito che la casa madre deve avere almeno due anni di attivita', quindi attenzione non si puo' aprire una societa' ad HK e subito dopo il Rep Office in Cina. Ci sono comunque delle societa' di commercialisti ad HK, anche italiane, che hanno in portafoglio delle societa' inattive di diritto di HK che sono state incorporate da piu' di 2 anni, quindi possono aprire l'Ufficio di Rappresentanza in Cina.
E' vero che con l'apertura dell'Ufficio di Rappresentanza la persona incaricata (cinese o italiana) puo' essere assunta con la qualifica di Chief Representative, con regolare contratto di lavoro e quindi, se straniero, con il diritto al visto di lavoro.
L'ufficio di rappresentanza non puo' assumere direttamente personale cinese, ma puo' farlo utilizzando le varie societa' pubbliche di lavoro interinale, che stipulano il contratto con il dipendente, e successivamente stipulano il contratto con l'Ufficio di Rapp.

E' anche vero (salvo rare e complicate eccezioni) che il Rep Off non ha una autonoma inquadratura fiscale, e non puo' in alcun modo essere usato per scambi commerciali. Quindi non puo' fare acquisti (salvo quanto gli serve per la gestione), ne' puo' emettere fatture di vendita.
L'Ufficio di rappresentanza ha pero' una sua tassazione che, non potendo derivare da un reddito, che non puo' avere, viene calcolata con una aliquota di circa il 10% su tutti i costi dell'Ufficio (stipendi, affitti, spese, ecc.)

Ho semplificato un po', ma spero di esservi stato utile

Mirna Baldacci ha detto:
Questa e' una bella cosa. Io ci avevo guardato a questo tempo fa, ma nessuno mi aveva mai dato risposte corrette.
Spero che qualcuno qui ci possa rispondere in merito.
Saluti a tutti Mirna
Interessante Leonello.
Da quello che sembra emergere, la rapp off in China potrebbe essere legata ad una compagnia con sede in italia ?
Le fatturazioni potrebbero avvenire a distanza o semplicemente on line, evitando il vincolo dell'autonomia fiscale.
Correggetemi se sbaglio..
Si Gianluca, puo' essere un Rep Off di una Societa' Italiana. La fatturazione DEVE essere fatta dalla casa madre (in qualunque Paese si trovi). Si puo' ovviamente fare on line, a distanza, come si vuole, ma rimangono comuque documenti fiscali emessi dalla casa madre. Il processo di set up di un Rep Off e' molto piu' semplice di quello per una Societa', ma servono comunque un paio di mesi per la registrazione.

Gianluca Loi ha detto:
Interessante Leonello.
Da quello che sembra emergere, la rapp off in China potrebbe essere legata ad una compagnia con sede in italia ?
Le fatturazioni potrebbero avvenire a distanza o semplicemente on line, evitando il vincolo dell'autonomia fiscale.
Correggetemi se sbaglio..
Thanks a lot !
Grazie per le informazioni Leonello, molto utili!
Ok, se avete bisogno, questa e' una delle mie attivita'. Ciao

Ramon ha detto:
Grazie per le informazioni Leonello, molto utili!

Rispondi alla discussione

RSS

Info su

Orari

© 2020   Creato da italiani.cn admin (Shenzhen).   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio